Accreditamento UE N. 381489842559-09
Finanziamento Garantito

A sostegno della liquidità delle piccole e medie imprese e persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni danneggiate dall’emergenza del COVID19 lo stato ha approvato il Decreto Liquidità che prevede la garanzia del 100% sui finanziamenti di importo, la sospensione di alcuni adempimenti fiscali, nonchè l’estensione di alcune attività, nei settori di rilevanza strategica (Golden Power) e di giustizia.

 

Le garanzie statali sui prestiti bancari sono divise in due canali di accesso:

  • SACE spa, soprattutto per le imprese più grandi
  • Fondo di garanzia per le Pmi, mirato alle imprese fino a 499 dipendenti.

 

Imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e un fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro ottengono una copertura pari al 90% dell’importo del finanziamento richiesto, che può arrivare al 100% se l’ulteriore 10% è garantito dai consorzi fidi privati (Confidi). Per queste aziende è prevista una procedura semplificata per l’accesso alla garanzia.

 

L’importo della garanzia non potrà superare il 25% del fatturato registrato nel 2019 o il doppio del costo del personale sostenuto dall’azienda e, per le piccole e medie imprese, anche individuali o partite Iva, sono riservati 30 miliardi e l’accesso alla garanzia rilasciata da SACE sarà gratuito ma subordinato alla condizione che le stesse abbiano esaurito la loro capacità di utilizzo del credito rilasciato dal Fondo Centrale di Garanzia.

 

Essa, dovrà, inoltre, gestire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali e rispettare una clausola made in Italy, cioè dovrà usare il finanziamento solo per attività localizzate in Italia.

 

Il prestito deve essere restituito in 6 anni, con preammortamento possibile fino a 2 anni.

 

Per questa categoria di prestiti non c’è valutazione del merito di credito, è sufficiente un’autocertificazione sui ricavi. La restituzione del prestito, deve avvenire in 6 anni con inizio del rimborso non prima di due anni.

 

Per tutte le operazioni del Fondo di Garanzia, fino al 31 dicembre 2020, l’accesso è gratuito.

 

Per i finanziamenti fino a 25.000 euro è comunque previsto un tasso di interesse, anche se basso, rapporto al Rendistato con una maggiorazione dello 0,2% (si può stimare un valore tra 1,2 e 2%). Nel caso della seconda categoria, per aziende fino a 3,2 milioni di ricavi, il testo non prevede invece un cap cioè un tasso minimo ne’ una durata massima del rimborso prefissata.